MEO PATACCA CARTAPESTA

15,00

Meo Patacca è la maschera che, insieme a Rugantino, rappresenta la città di Roma nella commedia dell’arte. Personaggio originario del noto quartiere romano di Trastevere, è un vero attaccabrighe: sempre pronto a battersi, provoca tafferugli e risse, ma lo fa in modo simpatico. Spavaldo e coraggioso, spiritoso e impertinente, ma dal cuore tenero, racconta spacconate e vuole sempre avere ragione.
Indossa una giacca di velluto, un panciotto allacciato nella parte laterale, come cintura usa una sciarpa colorata, nella quale è nascosto un pugnale. Il fazzoletto legato al collo, in testa un berretto calzato all’indietro (o una retina nella quale raccoglie i capelli che lasciano sporgere un caratteristico ciuffo). I pantaloni sono stretti al ginocchio e le scarpe hanno fibbie di acciaio. Viene spesso raffigurato intento a bere da un fiasco di vino.
Il nome di Meo Patacca proviene dalla moneta che costituiva la paga dei soldati, la “patacca”. Il personaggio compare per la prima volta nel 600′ in un poema di Giuseppe Berneri, dove raffigura un soldato coraggioso che non si tira mai indietro. Usa spesso il bastone.

MEO PATACCA CARTAPESTA

15,00

Meo Patacca è la maschera che, insieme a Rugantino, rappresenta la città di Roma nella commedia dell’arte. Personaggio originario del noto quartiere romano di Trastevere, è un vero attaccabrighe: sempre pronto a battersi, provoca tafferugli e risse, ma lo fa in modo simpatico. Spavaldo e coraggioso, spiritoso e impertinente, ma dal cuore tenero, racconta spacconate e vuole sempre avere ragione.
Indossa una giacca di velluto, un panciotto allacciato nella parte laterale, come cintura usa una sciarpa colorata, nella quale è nascosto un pugnale. Il fazzoletto legato al collo, in testa un berretto calzato all’indietro (o una retina nella quale raccoglie i capelli che lasciano sporgere un caratteristico ciuffo). I pantaloni sono stretti al ginocchio e le scarpe hanno fibbie di acciaio. Viene spesso raffigurato intento a bere da un fiasco di vino.
Il nome di Meo Patacca proviene dalla moneta che costituiva la paga dei soldati, la “patacca”. Il personaggio compare per la prima volta nel 600′ in un poema di Giuseppe Berneri, dove raffigura un soldato coraggioso che non si tira mai indietro. Usa spesso il bastone.

Loading...

Maschera in cartapesta realizzata completamente a mano  secondo le tecniche artigianali degli antichi “maschereri”, i grandi maestri delle maschere.
Decorata a mano con colori acrilici  di alta qualità.
L’effetto antico è stato reso da un particolare tipo di bitume steso con maestria dall’artista.
All’interno vi è applicato il nostro certificato di garanzia ed esclusività.
Questo prodotto è indicato come oggetto d’arredo , ma al contempo puo’ essere indossato poichè fornito di lacci in raso che ne rendono facile e confortevole l’utilizzo.

100% MADE IN ITALY – NOSTRA PRODUZIONE

CONTATTACI PER ULTERIORI INFO

colore

Nero, Rosso

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.